LA FONDAZIONE (FINALITÀ E MANSIONI)

Lavoro della fondazione: Le sue linee guida
Giuseppe Verdi in Montecatini - Terme (1895 / 97)  Anche in Montecatini-Terme

La Fondazione Int. G. Verdi, come già descritto dettagliatamente nel paragrafo precedente, intende portare avanti e realizzare tutto quanto necessario alla tutela, l’utilizzo, l’archiviazione e la ricomposizione dell’immenso patrimonio di Giuseppe Verdi. Inoltre, per la Fondazione ricoprono un ruolo importante il networking e la promozione della ricerca nell'ambito dell'istruzione, della cultura e delle scienze a livello internazionale. Questi sono gli obiettivi principali della fondazione.

Partendo dal presupposto che questi obiettivi possano essere realizzati solo sulla base di una passione comune per la vita e per le opere del musicista, permane l’impegno a preservare l'opera di Verdi come patrimonio culturale dell’umanità e renderla accessibile a molte persone, al di là di ogni interesse personale o finalità improprie.

La presidenza e il consiglio della fondazione FIGV sono inoltre convinti che la mancanza di risorse statali in tutto il mondo e itagli nel settore culturale e artistico non debbano portare in alcun modo alla perdita di un bene culturale di fama mondiale. L'opera di Verdi appartiene al patrimonio culturale mondiale della musica, motivo per cui spetta a ciascuno di noi tutelare questo tesoro.

Per poter realizzare concretamente questo compito, la fondazione, attraverso donazionie fondi messi a disposizione da altre fondazioni, sponsor e donazioni private e aziendali così come risorse pubbliche, vorrebbecreare i presupposti a livello europeo per garantiree per conservare in modo professionale e duraturo   il patrimonio di Verdi...l’ampio archivio di Verdi, soprattutto quello conservato nella Villa Sant’Agata (innumerevoli lettere, schizzi musicali di grande valore di tutte le sue opere e la sua biblioteca privata, etc.).

La fondazione vorrebbe anche contribuire all’apertura dell’archivio istituito da Verdi nella “Casa di Riposo per musicisti” a Milano per i musicisti bisognosi.  L'archivio ospita anche numerosi documenti divisi per obiettivi di ricerca e di studio.

Inoltre, come già descritto nel paragrafo precedente, la fondazione aspira ad una stretta collaborazione con la Bertelsmann, tramite la quale verrebbe coinvolto nel lavoro della fondazione anche l’Archivio Storico Ricordi.

Per le altre attività della fondazione...consultate la pagina iniziale (menù di navigazione a sinistra alla voce Progetti

Volete tornare alla pagina inziale? (Cliccate qui)
Traduzione in italiano all'interno del progetto PerMondo di traduzione gratuita di siti Internet e documenti per ONG ed ONLUS. Progetto diretto da Mondo Agit. Traduttore: Tatiana Zavanelli. Revisore: Barbara Granato.